?

Log in

No account? Create an account
Sleeping Buddah

ChainED Reaction

Vorrei tanto delle risposte... delle reazioni.

Le mie parole - scritte o pronunciate - sono seguite spessissimo da fughe e silenzi.
Affermazioni ibernate... lasciate a muffire in un angolo della memoria con il pretesto di affrontarle in momenti piu' tranquilli.

Le lunghe attese fanno dimenticare...

Temporeggiare... far finta di nulla... nascondersi. Finche' quelle parole non sbiadiscono.
Ogni volta le ripeto con piu' cuore ed ogni volta mi sento piu' stupido.

Sentirsi ripetere catene infinite di "devo" fa sentire invadenti e fuori luogo.
Sicurezza, conferme, lavoro, studio... priorita'.

Eppure, scopro, ci sono "errori" che si meritano intere nottate insonni... e mi sento ancora piu' stupido.

Invece che essere scelto, ogni volta finisco in attesa... isolato. E' ovvio che stia sbagliando qualcosa.
Nessuno vuole che cambi, ma nessuno e' disposto ad accettarmi cosi'.
Nessuno sceglie quello che c'e', ne mi sprona a migliorare.

Sembra che sia perfetto cosi'... solo, triste e in attesa.
Sono intrappolato nell'armadio immaginario di troppe persone... pronto per essere indossato quando nessuno mi vede.

Sto diventando motivatamente irascibile e incazzoso... voglio sentirmi a mio agio e desiderato... non piu' circoscritto.
Voglio vivere accanto alle persone a cui voglio bene, ma non piu' nell'ombra di limiti senza senso.


Boh... sembrerebbe un post triste ed invece e' soltanto molto amaro. Voglio.

Comments

Pensa che il RIC è fra noi e tutto fila
Il RIC ha il potere. Lode al RIC.
Ma te li conosci questi tizi o tizie?Loro sanno chi è il Ric e cosa può fare loro con un semplice sbuffo di borotalco ;> ;>
Ignorano... misconoscono il potere infinito del RIC... ma presto lo scopriranno!!! MWHAHAHAHAHAHA!

Il RIC dominera' l'universo!
Le lunghe attese fanno dimenticare...

Solo se poggiano su sentimenti di sabbia...:)
I know you won't :)
In realta' la mia frase e' completamente inconsistente con il mio pensiero... ho ecceduto nella polemica, mi sa. :)

Il punto e' che le lunghe attese permettono di "fingere d'aver dimenticato"... io non dimentico, tu non dimentichi, ma c'e' chi crede di aver bisogno di farlo... purtroppo. :(
>Invece che essere scelto, ogni volta finisco in attesa... isolato. E' ovvio che stia sbagliando qualcosa.
Nessuno vuole che cambi, ma nessuno e' disposto ad accettarmi cosi'.
Nessuno sceglie quello che c'e', ne mi sprona a migliorare


Fare i conti con i propri sentimenti di inadeguatezza è la cosa più distruttiva che mi sia successa nella vita. Alla fine mi sono reso conto di essere diventato abbastanza bravo da bastarmi per ciò che sono, e se la cosa non va bene agli altri, fanculo agli altri. Ovviamente ciò richiede un prezzo salato: se non dai nulla a nessuno pochi sono disposti a dare a te, e allora o te lo fai andare bene (a suon di lacrime, finchè non le esaurisci) o diventi un po' più puttana.
Stai sbagliando? Lo devi capire tu, con un semplice ragionamento dare/avere, e scegliere cosa vale la pena.

>Sto diventando motivatamente irascibile e incazzoso... voglio sentirmi a mio agio e desiderato... non piu' circoscritto.

E' il prezzo per essere se stessi. ogni tanto mi chiedo se davvero lo valga.
Aspe'... io non mi sento inadeguato.

Sono immobile... nel senso, non manifesto me stesso.
Ci sono, ma solamente come guest star. Ed e' una scelta.

Quello che mi viene dato me lo faccio andar bene da sempre... il mio problema sono tutti coloro che mi dicono che valgo tantissimo e che potrei avere tantissimo, se solo lo chiedessi. Tutti coloro che fanno simili affermazioni per dare l'impressione che la loro immobilita' sia causa mia e non delle loro scelte.

Non mi interessa chiedere e d'altra parte non e' nemmeno vero che potrei ottenere cio' che voglio. Chiedendo otterrei solamente conquiste simboliche.

Sto sbagliando - e ne sono sicuro - nell'essere assente all'interno di rapporti importanti... quando mi rannicchio in un angolo per evitare di assumermi la responsabilita' di scelte che - ahime' - sarebbero arbitrarie quanto necessarie.

Il prezzo per essere me stesso non lo scelgo, lo pago a prescindere... e ti diro'... oggi come oggi non mi pesa nemmeno tanto. Certo, preferirei sorridere e agire in tranquillita', ma la coerenza e' un lusso al quale non rinuncerei mai.

Mi scuso per la fraintendibilita' del post/sfogo e per la brevita' di questa risposta... ora sono al lavoro e mi tocca correre :).

Grazie mille del commento, anyway.
monkey

March 2010

S M T W T F S
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Powered by LiveJournal.com